Blister

Blister: DRAGHI E BALLERINE

Renzi: “Con la crisi ho reso un servizio al Paese”.
Il problema è che non ha specificato quale.

L’arrivo di Draghi ai massimi livelli istituzionali italiani sembrava scontato, perché se ne parla già da molto tempo.
Ma lo stesso si poteva dire anche dell’addio alla politica di Renzi.

(Certo che il battito d’ali di una farfalla che genera un tornado è una metafora efficace per descrivere come l’avvento di Mario Draghi sia stato causato dalle dimissioni dei Ministri di Italia Viva…)

Da giovane Draghi ha frequentato la stessa scuola di Montezemolo.
Ed è l’unico difetto che finora sono riusciti a trovargli.

Salvini dopo il colloquio con Draghi: “Col professore abbiamo parlato di economia e lavoro”.
Lui invece non faceva altro che ricordargli il debito formativo.

(Salvini: “In tutti gli altri Paesi i rifiuti sono una risorsa”.
Tutto si può dire tranne che non si sappia vendere.)

Di Battista lascia i 5Stelle dopo l’esito del voto su Rousseau per l’ingresso nel Governo Draghi.
E questo resta il più grande successo di Renzi.

Gli esponenti del Movimento 5Stelle sono voluti entrare nel Governo Draghi per difendere le proprie posizioni. È così che le chiamano adesso.

E’ nato il Governo Draghi, il terzo in tre anni.
Maledetta obsolescenza programmata.

Salvini: “Noi ci siamo, come nel 1945”.
Solo che all’epoca erano dall’altra parte della Linea Gotica.

_._._._._._._._

Crisanti: “E’ il virus che decide l’agenda”.
Soprattutto la variante toscana.

Il nuovo Governo Draghi è pieno di rappresentanti di vari partiti e correnti già presenti nei Governi del passato.
Si sono chiaramente ispirati a Sanremo.

(Se è vero che il Covid provoca perdita del gusto, quest’anno per il Festival di Sanremo sarà tanto di guadagnato.)

Zingaretti annuncia le sue dimissioni da Segretario del PD.
È un gesto irresponsabile, proprio nel pieno della 71° ondata di Sanremo.

Nel PD in molti chiedono a Zingaretti di ripensarci.
Nessuno come lui sa subire così bene il fuoco amico.

A causa delle difficoltà nell’organizzazione di Sanremo anche Amadeus aveva pensato alle dimissioni.
Poi però ci ha ripensato vedendo com’è andata con Conte.

(Le nuove proposte di Sanremo sicuramente hanno stoffa. Chissà se hanno anche la bancarella al mercato per venderla…)

Vincono il festival di Sanremo i Maneskin con “Zitti e buoni”.
Erano le prove generali per il prossimo DPCM.

_________________________________

C’è ancora da sorridere – il libro